Vai direttamente ai contenuti

Home > Notizie ed eventi > AIOLFI-MERENDA CONQUISTANO IL 1^ INSUBRIA CLASSIC RALLY

AIOLFI-MERENDA CONQUISTANO IL 1^ INSUBRIA CLASSIC RALLY

17.12.2022

 

La Volkswagen Golf GTI ’81 di Aiolfi-Merenda conquista il 1░ Insubria Classic Rally, gara di regolaritÓ a media disputata, tra neve e verglass, nelle pi¨ affascinanti condizioni invernali. Dai concorrenti elogi allo staff organizzativo di Classic Paddock che si Ŕ avvalso del supporto di ACI Como e ACI Varese. Secondi gli elvetici Ferruccio e Carlo Nessi (Mini Cooper), terzi i gallaratesi Enrico e Federico Regalia (Lancia Delta).

 

Campione d’Italia (Como), 17 dicembre 2022 - Con un finale palpitante l’equipaggio favorito si Ŕ aggiudicato la prima edizione dell’Insubria Classic Rally 2022, competizione di regolaritÓ con prove a media per oltre 100 km, disputate in ambientazione invernale, tra neve e verglass, sulle strade prealpine tra Comasco e Varesotto, organizzato da Classic Paddock in collaborazione con Automobile Club Como e Automobile Club Varese. Per conquistare l’assoluta i piacentini Maurizio Aiolfi e Carlo Merenda, su Volkswagen Golf GTI 1600 del ’81, hanno sudato le proverbiali sette camicie per rintuzzare gli attacchi veementi di chi si Ŕ classificato al secondo posto: a soli 66 punti di distacco salgono sul secondo gradino del podio i ticinesi Ferruccio e Carlo Nessi autori di un eccellente seconda tappa, tutta protesa all’attacco, con la Mini Cooper S del 1965. Al terzo posto, autori di una gara che li ha sempre visti sul podio assoluto con una costanza di rendimento ammirevole, hanno concluso le undici prove a media i gallaratesi Enrico e Federico Regalia, con la Lancia Delta HF 4WD del 1987.

 

Alla premiazione finale, svoltasi negli eleganti ambienti del Casin˛ municipale di Campione d’Italia alla presenza del sindaco Roberto Canesi e della sua vice Tanina Padula proprio gli equipaggi hanno rivolto elogi allo staff organizzativo di Classic Paddock - guidato da Roberto Crugnola e Riccardo Aspesi - che, in questa prima esperienza di Insubria Classic Rally, sono stati affiancati da ACI Como e da ACI Varese.

 

Per comprendere a pieno la lotta al vertice e il continuo rovesciamento di fronte delle prime cinque posizioni assolute basti osservare che, dopo le prime cinque prove speciali cronometrate, disputate tra Valle d’Intelvi e Valle Cavargna, nel Comasco, il leader Aiolfi vantava ben 133 punti di vantaggio su Regalia, mentre terzi, distanziati di 178 punti, erano i piacentini Gian Mario Fontanella con Stefano Scrivani (Fiat 128 Rally). A metÓ gara i locarnesi fratelli Nessi erano quinti, staccati di ben 266 punti da Aiolfi. Sulle viscide prove del Varesotto - Alpe Tedesco, Sette Termini, San Michele e Cuvignone - la Mini Cooper rossa targata Canton Ticino si Ŕ esibita in un crescendo rossiniano e i due elvetici fratelli Nessi hanno vinto numerose prove e rimontato dal quinto al secondo posto assoluto.

Dal canto suo, Aiolfi ancora una volta ha dato un’ottima dimostrazione di precisione e di ritmo, soprattutto nella prima parte di gara dove ha cercato di guadagnare pi¨ terreno possibile sui rivali. Parere entusiasta da parte dei concorrenti che hanno affrontato in un clima prettamente invernale la prova d’orchestra del Rally di Montecarlo storico (la pi¨ celebre gara a media) sui difficili tratti prealpini che negli ultimi cinquant’anni hanno ospitato prestigiosi rally organizzati o patrocinati dagli Automobile Club Como e Varese.

 

Autori di una gara disciplinata hanno concluso al quarto posto i piacentini Fontanella - Scrivani (Fiat 128 Rally, 880 penalitÓ) che hanno visto sfumare solo nel finale le loro legittime aspettative da podio, mentre al quinto hanno chiuso i varesini Luigi Palazzi e Fausto de Marchi con la Opel Kadett GT/E del 1977(888 penalitÓ). Vincono il gruppo 5 Giorgio Garghetti e Barbara Giordano su Bmw 320 i coupÚ, mentre nel gruppo 4 vittoria di Gabriele Seno e Cristina Biagi su Opel Kadett GT/E che hanno preceduto di poco Gian Paolo Cavagna e Angelo Seneci su Renault 5 Alpine.

 

Sia alla partenza sia all’arrivo e alla premiazione, con i vertici di Aci Como e Aci Varese e lo staff organizzativo di Classic Paddock, si sono ripercorse pagine storiche del rallysmo del territorio dell’Insubria che questa neonata competizione a media ha voluto evocare. Sono giÓ state gettate le basi per la seconda edizione, posta a calendario Aci Sport per dicembre 2023, coinvolgendo sempre pi¨ gli enti locali del Comasco e del Varesotto.